• Profile

    “Io amo Ponza, Palmarola, Ventotene e tutte le isole che negli anni ’70 ho ribattezzato “Pontinesia”: sono le più belle del mondo, seconde solo a quelle polinesiane di Bora Bora”

    – Folco Quilici

    “un autentico paradiso terrestre, tra fondali di acqua cristallina, una straordinaria ricchezza di fauna e flora sottomarine, rocce multicolori, piccole baie e spiagge incantevoli, oltre a una posizione strategica”

    – Folco Quilici

     

    Palmarola

    si trova a circa 10 km ad ovest di Ponza ed è la terza isola per grandezza dell’arcipelago ponziano, dopo Ponza e Ventotene.

    Prende il nome dalla palma nana, unica palma originaria dell’Europa, che cresce selvatica sulla sua superficie.

    A Palmarola fu esiliato e morì papa Silverio, Santo patrono di Ponza, festeggiato il 20 giugno. Lo scoglio di San Silverio accoglie sulla sua sommità una piccola cappella che la tradizione popolare narra sia sorta sui resti della forzata residenza del Santo.

    L’isola grazie al suo aspetto incontaminato e alla varietà delle sue coste, è considerata una tra le più belle isole del mondo.

    L’ossidiana, è perfettamente visibile sulla spiaggia che si apre dopo il faraglione di San Silverio. Questa particolare roccia vulcanica attira l’attenzione dei visitatori oggi così come migliaia di anni fa, quando l’uomo primitivo che approdò sulla costa tirrenica ne comprese subito le innumerevoli possibilità di utilizzo, sfruttandola per produrre manufatti come punte di freccia, ami da pesca, raffinate lamelle, asce, coltelli e raschiatoi.

  • Photos
  • Reviews

    Leave a Review