Con il maltempo continuano a saltare corse da Formia per Ponza e numerose sono le famiglie che, quando la nave riesce a salpare, per carenza di posti a bordo restano a terra. “Siamo costretti a pagare l’albergo e non tutti possono permetterselo”, si lamentano gli isolani. Quest’ultimi vorrebbero così che venisse, magari con un’ordinanza del Sindaco, riconosciuto loro un diritto di precedenza negli imbarchi: prima chi vive nell’arcipelago e dopo rappresentanti e trasportatori. Ipotesi affatto condivisa dal sindaco Piero Vigorelli.

Sull’isola, intanto, sempre per il maltempo fanno difficoltà ad arrivare anche le navi che riforniscono i ponzesi d’acqua. E i residenti, nonostante gli alti costi che sopporta per tale servizio la Regione e le bollette salate che gli utenti pagano ad Acqualatina, si ritrovano anche con i rubinetti asciutti.

[apss_share]